Aggiungi a preferiti / Condividi CanottieriSebino.it

Campionati Italiani Juniores e Pesi Leggeri


L'appuntamento più importante del calendario nazionale si chiude con soddisfazione per il sodalizio loverese, che ha messo in campo cinque equipaggi (per un totale di nove atleti) in grado di confrontarsi con i più affermati campioni italiani delle categorie in lizza, pronti a testarsi con determinazione anche in vista degli appuntamenti internazionali previsti nei prossimi mesi.
Ottimo in particolare il comportamento del Doppio Pesi Leggeri di Paolo Ghidini e Giuseppe Cerea che dopo una qualificazione promettente (sono passati terzi ai recuperi con alle spalle un terzo posto in batteria) imposta benissimo la finale, svolgendo una gara davvero intelligente sul piano tattico, per arrivare ad affermarsi al quarto posto della classifica nazionale.
Un piazzamento di notevole rilievo anche per la promessa del Singolo Juniores Maschile Adriano Mascarino, che chiude la sfida con oltre 40 contendenti in quinta posizione nella classifica assoluta. Ciò dopo un piazzamento di primissimo piano in batteria, un terzo posto in semifinale ed una finale tesissima, che lo ha visto resistere sulla quarta posizione sino a 100 metri dal traguardo, tagliato con circa 20 secondi dopo il campione già detentore del titolo 2010, il napoletano Calamaro Marco.
Soddisfazione anche per la prestazione della singolista pesi leggeri Daniela Chiarelli. Nonostante si trovi alla sua prima stagione agonistica l'atleta (che ha già avuto modo di emergere come esordiente salendo ai gradini più alti del podio nei due Meeting nazionali di Piediluco e classificandosi quarta a Gavirate) trova il suo onorevole ruolo al sesto posto di una classifica nazionale non affollatissima.
 
La buona prova ai recuperi (con il posizionamento al quarto posto) non ha invece consentito purtroppo il passaggio alle semifinali all'altra singolista, la  Junior Silvia Agliardi, anche lei coraggiosa sfidante del parterre di campioni nazionali, portatrice di nuove aspettative per la socità loverese grazie alle capacità dimostrate in gara nonstante i pochissimi mesi di pratica alle spalle.
Contrariamente alle attese, il percorso verso le finali si è prematuramente interrotto anche per l'equipaggio quattro di coppia di Davide Macario, Gabriele Bonomelli, Pietro Cipolloni e Gabriele Tognola che, pur avendo decisamente migliorato il tempo realizzato nelle qualificazioni si sono trovati costretti - complice un calo di forze o di concentrazione - a rinunciare alle semifinali per 12 secondi di distacco dal terzo equipaggio classificato ai recuperi.
 
"Tutti gli atleti hanno dato buona prova di sè, valorizzando le qualità emerse sino ad oggi nella intensa stagione che li ha visti protagonisti oltre che, come nel caso del doppio, un ottimo livello di maturazione nel gestire il campo di gara", commenta il Direttore Tecnico Carlo Babaglioni.  Un pizzico di dispiacere trapela per il dato del quattro, il cui valore è decisamente  più elevato di quanto espresso in questo campionato. 
Ma l'equipaggio avrà presto l'occasione per dare dimostrazione del proprio potenziale. Senza perdersi d'animo infatti i quattro atleti contano di rimettere in campo tutta la loro 'verve' agonistica cimentandosi nella prestigiosa ed esclusiva 'Henley Royal Regatta', la più antica regata nella storia del canotaggio, riconosciuta come uno degli eventi più significativi e attrattivi per il remo internazionale, che si svolgerà sul Tamigi dal 29 giugno al 3 luglio nella omonima cittadina dello Oxfordshire. 
Siamo certi che in questa occasione speciale il quattro di coppia avrà modo di recuperare lo slancio che sino ad oggi lo ha guidato in importanti affermazioni a livello nazionale, sia a Gavirate che a Piediluco.
Gli atleti guardano a questa esperienza originale con trepidazione, consapevoli che l'ambita "Fawley Challenge Cup"  - destinata al miglior equipaggio quattro di coppia - è altrettanto desiderata dagli altri 23 sodalizi che  parteciperanno alla gara: tanti saranno infatti gli equipaggi ammessi dopo una accurata selezione che conta oggi circa 80 aspiranti. Intanto è già motivo di fiducia la notizia - freschissima - della decisione assunta dal Comitato Organizzatore di ammettere senzaltro il nostro equipaggio alle gare finali per meriti sportivi, ossia alla luce dei risultati agonistici riportati nella stagione. Questa gratificante decisione del Comitato consentirà ai nostri atleti, in partenza per oltremanica già venerdì 24, di evitare le eliminazioni preliminari e di concentrarsi direttamente sugli scontri 'testa a testa' con gli agguerriti concorrenti provenienti da tutto il mondo.
 
Ufficio Stampa Canottieri Sebino
Federica Pasinetti
19.6.2011

Torna alla pagina precedente