Aggiungi a preferiti / Condividi CanottieriSebino.it

Corgeno, Campionato Master, Hanley


La regata regionale di Corgeno dedicata al settore giovanile, svoltasi domenica 26,  è stata teatro di una brillante affermazione per il 4 di coppia degli allievi C  composto da Michele Ghidini, Luca Cipolloni, Vladislav Yashkin e Andrea Giuliani che conquistando un meritatissimo oro dopo una gara facilmente dominata sin dall'inizio, si conferma come stella nascente nella specialità. I giovani atleti coronano una stagione di successi inaspettatamente avviati già in primavera con i Meeting nazionali di Genova e di Varese e dimostrano una forte capacità di crescita migliorando continuamente.
Grandi soddisfazioni per il sodalizio biancoazzuro vengono anche dai piazzamenti sul secondo gradino del podio ottenuti dalle singoliste Gemma Mascarino (Allievi B), Giulia Peloni (Allievi C) e Elena Balducchi (Cadetti): per quest'ultima il bel risultato si trasforma subito in un nuovo importante impegno agonistico, dal momento che proprio sul campo di regata del Lago di Comabbio si è maturata la decisione della Commissione Tecnica Regionale di chiamare Elena a far parte di uno dei tre agguerriti equipaggi  4 di coppia femminili che porteranno i colori Lombardi al festival dei Giovani di Ravenna, evento di grande portata atteso con trepidazione da tutto il mondo del remo giovanile italiano. A seguire sul podio abbiamo avuto un bravo Roberto Pegurri, titolare della medaglia di bronzo nel 7.20 Allievi C.
L'occasione di confronto  regionale ha fornito i giusti stimoli anche ai due rappresentanti del team Luigi Cortinovis (Allievi B) e Giorgio Biolghini (Cadetti) che hanno raccolto la sfida agonistica collocandosi rispettivamente al quarto e al quinto posto delle batterie 7.20.
 
In contemporanea, ma a molta distanza, i riflettori si sono accesi sul Campionato Italiano Master di Piediluco (Umbria), che ha aperto i battenti per la prima volta quest'anno per consentire anche ai 'veterani' del remo di aspirare ai titoli italiani, valorizzando così una delle più apprezzabili caratteristiche del canottaggio: quella di essere uno sport per tutte le età (la categoria copre una fascia che va dai 27 fino ai 74 anni). La rappresentanza della Sebino ha vissuto pienamente il vivace programma di gare (che ha coinvolto 55 società e quasi 400 atleti), portando a casa diverse gratificazioni: l'eclettico atleta Massimo Sangrigoli è stato anche questa volta protagonista di piazzamenti di primo piano conquistando l'oro sul doppio della Tritium con il compagno Ivan Corti, e salendo sull'8 della Varese che si è piazzato al secondo posto nella sfida fra le ammiraglie; tutto biancoazzurro inoltre l'argento conquistato da Giuseppe Cerea nel Singolo.
  
L'ultimo capitolo, ancora aperto, ci porta a Henley nell'Oxfordshire, dove venerdì scorso sono approdati i componenti dell'equipaggio 4 di coppia pronti a cimentarsi nell'ambito della prestigiosissima Henley Royal Regatta, per aspirare alla conquista della coppa Fawley dedicata a questa specialità. Già sabato i  'nostri'  junior (Davide Macario, Gabriele Bonomelli, Pietro Cipolloni e Gabriele Tognola) hanno potuto assistere in presa diretta alla pubblicazione del tabellone che ha determinato  gli equipaggi ammessi alle gare e gli abbinamenti per le sfide 'testa a testa' (marchio tipico della manifestazione) che si svolgeranno da domani a domenica 3 luglio: quale primo sfidante la Sebino avrà la scozzese Clydesale Amateur Rowing Club, e speriamo a seguire anche altri dei 24 sfidanti selezionati per la competizione (prevalentemente costituiti da società australiane e americane oltre a quelle di casa) in vista delle finali di domenica.    
Nel frattempo il ricevimento di benvenuto dedicato agli equipaggi d'oltremare ha alleviato al tensione, e offerto ai giovani atleti un emozionante tuffo nella mondanità di rango elevato che ruota attorno alla storica regata.
 
 
Ufficio Stampa
Canottieri Sebino
(Federica Pasinetti)

Torna alla pagina precedente