Aggiungi a preferiti / Condividi CanottieriSebino.it

La voga è ancora internazionale a Lovere


Ma alla Canottieri Sebino si respirerà ancora per qualche giorno (fino al 12 aprile) aria di internazionalità, grazie al contemporaneo ritorno a Lovere (per il secondo anno consecutivo) di ulteriori ospiti che da un Paese straniero hanno scelto le acque del nostro bel lago per un ritiro a carattere sportivo, e questa volta anche turistico.
Si tratta di un gruppo di 15 finlandesi appassionati e assidui praticanti di una forma molto inusuale e suggestiva di voga, tipica della loro area geografica, quella sulla barca Vikinga – o più propriamente detto l’antico ‘drakkar’ – l’imbarcazione a remi nata nel medioevo per soddisfare le esigenze di navigazione dai popoli dell’area scandinava, e per tanto tempo usata a scopi sia esplorativi che militari sui tormentati e frastagliati mari della scandinavia.
La Canottieri Sebino si è dotata da qualche anno di una imbarcazione di questo tipo e, apprezzandone le doti di notevole manovrabilità nonostante le imponenti dimensioni e di stabilità, la utilizza come ammiraglia affidabile e preziosa per diverse attività amatoriali, dai corsi di avvio del canottaggio per giovani alle prime armi (l’equipaggio può essere formato da 14 rematori), fino alle maratone promozionali sul lago come è stata lo scorso anno la prima ‘Row Food del Sebino'.
Il gruppo utilizzerà la bellissima Vikinga biancoazzurra, insieme ad una seconda prestata da altri sodalizi amici, per lunghe maratone intervallate da visite alle più belle attrazioni turistiche che offre il lago d’iseo, senza trascurare la possibilità di qualche escursione nei Paesi costieri e nelle valli circostanti. Si tratta di un bell’abbinamento tra remo e turismo. Un’idea interessante per lo sviluppo di nuovi filoni di promozione del nostro territorio.
Il fattore determinante di questi amici per scegliere Lovere come meta del loro viaggio è stata proprio la possibilità di conciliare la voga con una gamma di innumerevoli opportunità di svago di elevato valore naturalistico, ambientale, storico-culturale, enogastronomico……tutti elementi attraenti, per non parlare di un’acqua tiepida e fluida che consente la navigazione, vantaggio non da poco per chi proviene da un clima in cui ancora in questi giorni per remare sarebbe necessario procedere col rompighiaccio!!
Nella foto: due immagini della ‘Vikinga Sebino’
Ufficio Stampa Canottieri Sebino
Federica Pasinetti

Torna alla pagina precedente