Aggiungi a preferiti / Condividi CanottieriSebino.it

Le allieve Sebino coprono un podio a Candia


Tre giovani ‘promesse’ tenacemente mantenute, soprattutto da Marta e Matilde che chiudono una stagione piena di successi essendo state entrambe in primo piano in diversi appuntamenti della stagione, dai meeting di Corgeno e Gavirate ai diversi appuntamenti del trofeo D’aloja, sino al festival del luglio scorso. Una bella soddisfazione per la società che chiude la stagione agonistica giovanile contando su un potenziale femminile in piena crescita. Rimane per pochi secondi fuori dal podio il singolo di Lorenzo Saloni (singolo 7.20 allievi C) mentre giunge sesto il doppio cadetti di Stefano Giorgi e Matteo Gualeni.   
Il Campionato Italiano di società ha visto in campo il 2 senza Senior condotto da Giuseppe Cerea e Aristide Bonomelli (già detentori del titolo  conquistato ai campionati italiani di San Miniato) che esprime un positivo slancio qualificandosi per la semifinale ma qui si trattiene in quarta posizione. Stesso piazzamento in batteria per il quattro di coppia senior di Luca Cipolloni, Michele Ghidini, Vladislav Yashkin e Andrea Giuliani con la conseguente preclusione al cammino verso la finale.
Dato che lo sport non è solo agonismo e tecnica, ma anche piacere e divertimento, l’anima promozionale della Sebino non si è astenuta dal vivere con intensità anche la “Maratona del Remo” che domenica 21 ha animato per il quarto anno consecutivo il Lago d’Iseo in amichevole affiancamento con la manifestaizone podistica Maratona dell’Acqua.  La maglia biancoazzurra ha primeggiato tra le 50 imbarcazioni di diverse tipologie partecipanti alla suggestiva manifestazione (Voga in Piedi –Canottaggio -Sedile fisso -Sedile scorrevole –Kayak, –Canoa -Dragon boat), divenendo titolare del primo premio con il doppio misto di Vender-Fydik. Ma al di là del risultato è da sottolineare la rilevanza numerica della partecipazione (quattro imbarcazioni con dieci amatori del canottaggio coinvolti) con la quale la Sebino ha riconosciuto e pienamente vissuto il valore di questa manifestazione che valorizza la tradizione remiera locale unendo le diverse discipline nella riscoperta di un ambiente naturale e paesaggistico di grande bellezza.
 
Ufficio Stampa Canottieri Sebino
Federica Pasinetti

Torna alla pagina precedente